Consulenza del lavoro - Gestione Amministrativa – Paghe

ROTTAMAZIONE TER - 18 RATE

28/11/2018

Con emendamento già approvato al decreto fiscale (dl 119/2018)  le rate passano da 10 a 18.

Resta invariato, invece,  l'arco temporale quinquennale per il saldo di quanto dovuto.

A cambiare sarà solamente lo scadenzario dei pagamenti con le prime due rate, pari al 10% del debito scontato, da versare il 31 luglio e il 30 novembre 2019 (come prevedeva la precedente formulazione della norma) e le successive 16 invece con termine 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2020.

e' utile ricordare che i i rottamati della prima edizione potranno ricondonare completamente il debito residuo, mentre i rottamati bis dovranno prima allinearsi con il piano rate attuale versando eventuali arretrati entro il 7 dicembre e poi avranno automaticamente dilazionato il debito residuale con i nuovi termini quinquennali stabiliti dal legislatore e con un tasso d'interesse ultra scontato dello 0,3%.

Ulteriore novità della rottamazione-ter riguarda inoltre la possibilità di effettuare i versamenti tramite compensazione di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili maturati nei confronti della p.a.

« indietro